Red Foxes

RED FOXES RED FOXES RED FOXES MORE THAN A CLUB

ONCE A RED FOX, ALWAYS A RED FOX

Una squadra orgogliosamente mista e multietnica in cui chiunque, che abbia già giocato o meno, può fare la propria parte. Una comunità che unisce, in nome del softball e della gioia di stare insieme, ben sette nazionalità diverse:
questi sono i Red Foxes.​

Il divertimento non è riservato esclusivamente a chi scende in campo, perché anche solo tifare per i Red Foxes è un’esperienza coinvolgente, fatta di barbeque e hot dog, birre e bibite in compagnia da consumare tra una partita e l’altra, per vivere il lato più puro e allegro dello sport.

Siamo una squadra amatoriale mista di softball formatasi a Roma nel 2012, nata per ridare spazio alla nostra passione sportiva, maturata negli anni sui campi di baseball di mezzo mondo, vista la nostra grande multietnicità.

CURIOSITÀ

L’attuale casacca di allenamento, usata talvolta in partita, presenta un piccolo logo sul collo, con un samurai ed il numero 51.

Venne ideata quando Shohei Aoki, numero 51 appunto, si ritirò in seguito ad un trasferimento lavorativo all’estero e fu inserito nella Hall of Fame.

Fukushu, in giapponese “vendetta”, era la parola chiave usata da Shohei (prima di disputare la finale del campionato LAC) contro i fortissimi avversari Leones, che ci avevano battuto nelle due finali degli anni precedenti.
Portó fortuna, perchè i Red Foxes, finalmente, vinsero.

L’inno dei Red Foxes è Enter Sandman dei Metallica, che vinse il ballotaggio con Burning Love di Elvis Presley e Don’t Stop Me Now dei Queen.
L’ispirazione decisiva avvenne ad Amburgo, durante una partita del St.Pauli, quando Davide rimase folgorato dal crescendo e la proposta venne accolta con molto entusiasmo dall’anima metal dei primi Red Foxes.

Nella stagione 2015 hanno vestito la casacca delle volpi due preti americani, che studiavano in seminario a Roma.

Ora Father Kyle e Father David sono tornati nelle diocesi di Seattle e Detroit, ma i Red Foxes giocano regolarmente con la squadra dei seminaristi: i Padres.

C’è un giocatore che ha fatto parte dei Red Foxes fin dal primissimo allenamento, che ha il primo logo della squadra tatuato sulla gamba: Francesco detto “Leonida” #30

Il tatuaggio fu un atto di fede assoluta:  a quei tempi, la squadra non aveva ancora disputato una partita ufficiale!

Nei Red Foxes hanno giocato persone provenienti da tutti i continenti (Europa, Asia, Nord America, Sud America, Africa, Oceania), per un totale (finora) di 21 nazionalità diverse!

I colori sociali della prima casacca sono quelli dei St.Louis Cardinals, squadra in cui giocava Ozzie Smith, beniamino di Davide da piccolo.

La casacca da trasferta ha un ovvio riferimento a quella dei Boston Red Sox.

La jersey da allenamento è completamente rossa, viene talvolta utilizzata per le gare giocate durante i mesi torridi.

Infine l’attuale casacca Home, è una transizione verso il futuro: le maniche rosse, come molte squadre nazionali ed il cognome ( o soprannome), sulle spalle. Il nuovo logo su una manica, mentre sull’altra c’è SPQR, ad indicare la provenienza geografica.

 

Il font sulle casacche della squadra è ovviamente quello dei Red Sox, si voleva avere quell’effetto visivo vintage-cool e giocare sull’assonanza dei nickname.

La squadra stava nascendo e si pensava che il nickname sarebbe uscito tra questa rosa di quattro, emersi dopo lunghe riflessioni: Spartans, Ravens, Saints ed Aliens.
Nel corso di un viaggio nella campagna inglese, Davide si è imbattuto in un pub chiamato Red Fox: ha telefonato a Stefano, ed è stato deciso subito, con grande entusiasmo.

LITTLE FOXES

I Little Foxes nascono nel 2019 e sono il nostro orgoglio ed il nostro futuro. Avere una squadra di bambini è sempre stato il sogno dei Red Foxes e finalmente vederli in campo è una realtà.
La filosofia fondante del nostro neonato settore giovanile è divertirsi ed è proprio a questo aspetto che i nostri tecnici dedicano la massima attenzione, aiutando i ragazzi a crescere ed imparare, senza mai perdere di vista il sorriso.

NEWS

la Batting Cage è quasi pronta News Dopo la pausa forzata, i lavori per la costruzione della nostra gabbia di battuta stanno andando avanti; E' arrivata anche la rete e presto sarà utilizzabile per gli allenamenti. Le volpi non vedono l'ora di poter tornare in campo! [gallery columns="2" size="medium" Leggi di più New Website! News Finalmente Online il nuovo sito delle volpi, grazie al lavoro del nostro Carlos Fonseca.Bisogna aggiornarsi ed andare avanti: noi ci siamo mai tirati indietro davanti alla sfide e le opportunità che ci offre la tecnologia.Ed allora, avanti con un nuovo Leggi di più We are Back! News Siamo tornati in campo! (in ottemperanza ai protocolli di sicurezza della FIBS).Non è stato facile, dopo un inizio di 2020 così drammatico, ma ce l'abbiamo fatta!  Leggi di più