Solido quarto posto alla Super Sloth Cup

Si è conclusa ieri sera a Castelfranco Veneto il torneo Supersloth che contava ben 10 squadre partecipanti venute da un po’ ovunque per contendersi la vittoria in questa competizione organizzata dal team di casa, i Goonies.

Nel caldo umido tipico della pianura padana, ma che sostanzialmente non ha inficiato le performance dei partecipanti, i Red Foxes di coach Verde si sono sono ben comportati. Dal primo incontro – il più difficile – è stato subito chiaro che la squadra non aveva percorso tutti quei chilometri per fare da cuscinetto alle altre formazioni. 7 a 5 per i soliti Bastardi di Vicenza (che alla fine si sono aggiudicati la competizione). Lo shortstop Derkins è in missione per conto di Dio e prende tutto, “Cavallo” Savino dimostra di essere uno dei migliori maschietti sul monte e la squadra gira che è una meraviglia anche se alla fine i Vicentini tirano fuori le unghie e con un home run si portano avanti.

Il secondo match contro le nutrie è più combattuto sulla carta che sul campo. I Red Foxes dominano. La nostra “BB”, Barbara Bianchi, parla tanto sul monte ma poi zittisce gli avversari nel box. Performance suggellata da un K al pericoloso fuoricampista Giuliani. In battuta un po’ tutti fanno la propria parte e la partita finisce 5 a 4.

Dopo una notte ristoratrice – almeno per i meno nottambuli – si comincia presto la mattina. Alle 9 già tutti in campo contro i Cignali, formazione guidata da Marco Camurati, ex coach RF. Il diabolico condottiero le prova tutte – doppie rubate, bunt – ma il ricevitore de Pascalis sembra aver comprato delle ginocchia di riserva per l’occasione e poco o nulla concede alla vecchia volpe. Finisce 4 a 1.

Ormai già matematicamente qualificati i Red Foxes fanno ampio turn over contro i Templari, nuova compagine mai affrontata prima. Belle prove di Morellini, rookie impegnato in terza base, e della sempre solida Siniscalco, che con i suoi lanci – cinque minuti e arrivo ma sono ancora in mutande – manda fuori giri i battitori avversari. Purtroppo le mazze RF si fanno un sonnellino collettivo e la partita si conclude sul 3 a 0, sostanzialmente irrilevante.
Alle ore 15 si gioca la finale terzo e quarto posto contro una vecchia conoscenza, i Dustbins di Bologna. La partita però comincia nel peggiore dei modi e non per la performance in campo. I fulmini all’orizzonte fanno presagire il peggio e infatti presto la partita viene sospesa per evitare che da eccitante si trasformi in elettrizzante, letteralmente. Giusto in tempo di concludere il terzo inning e l’arbitro sospende definitivamente il match mandando all’aria la strategia di coach Verde e fissando la partita sul punteggio di 6 -2. Inutili le composte proteste dei rossi. Si deve dare spazio alla finale, ennesima riedizione della classica Goonies-Bastardi che, come abbiamo detto, ha visto sconfitta la compagine di casa per 7 a 3.

Nel complesso un brillante quarto posto che dimostra quanto il lavoro di Verde stia premiando, e quanto una squadra compatta e serena possa raggiungere importanti risultati anche senza superstar.

Premiazione che vede il piccolo Nemo de Pascalis a ritirare il premio tra gli applausi del pubblico. Ma è tardi ed è ormai tempo di ripartire. Tanti chilometri, ma anche tanto divertimento. insomma, ne è valsa davvero la pena anche stavolta. Ci rivede l’anno prossimo Supersloth Cup!

Girone B

PosTeamWLDPctGBRSRADiff
14100.8000412120
22200.5001.518180
32300.40021621-5
41210.25021728-11
41210.25021519-4

TERZO / QUARTO